PRESS AREA 

2016 | 2015 | 2014 | 2013 | 2012 | 2011 | 2010 | 2009 | 2008 | 2007 | 2006 | 2005 | 2004 | 2003 | 2002

Progetto della manifestazione

Questa manifestazione dedicata al supporto Dvd nasce con l’edizione del 2003 che premiava unicamente i lungometraggi. Trattandosi del primo importante riconoscimento ideato e realizzato -senza alcun scopo di lucro- da soggetti che non avevano alcun conflitto d’interesse con il settore e che si riferiva esclusivamente ai Dvd -il nuovo supporto che stava per mutare tutte le regole dell’home entertainment e col tempo, pure di tutto il cinema- la curiosità, la partecipazione ed il successo furono immediati.

Nell’edizione successiva, quella che premiò i Dvd usciti nel 2004, ovvero l’anno del boom che portò il numero di lettori italiani a superare i 5.000.000 di pezzi, le categorie prese in considerazione si aprirono alle serie televisive per poi dilatarsi, con l’edizione 2005, ai documentari e ai Dvd musicali, in modo di poter rappresentare l’intero panorama della visione.

Non da oggi purtroppo la situazione in cui versa l’industria cinematografica, soprattutto quella italiana, è fonte di vera preoccupazione; a maggior ragione quindi ecco l’importanza di una manifestazione come gli Italian Dvd Awards, un premio assegnato nel modo più democratico possibile (si vedano il meccanismo delle Nominations e la composizione dei votanti) che -a livello nazionale- sottolinea l’importanza del supporto Dvd, unico comparto del cinema e dello spettacolo che per ora gode ancora di buona salute, ragione questa da sola che ci porta a contribuire al massimo alla sua diffusione.

Dopo che l’edizione 2004, svoltasi alla Casa del Cinema, registrò una partecipazione tale di addetti ai lavori che non fu possibile accogliere tutti, lo scorso anno si è optato per l’Auditorium della Musica (tra i collaboratori della manifestazione) dove si è registrato il tutto esaurito sia per l’interesse da parte della stampa, sia per il coinvolgimento di Univideo, l’associazione di categoria che rappresenta tutti gli operatori dell’home entertainment. Non è venuta meno, comunque ,la collaborazione con la Casa del Cinema, dove a fine febbraio sono state presentate le Nominations e la composizione delle Giurie.

La collaborazione con la Casa del Cinema prosegue anche per l’edizione 2006 che si svolgerà in una location ancora più capiente e prestigiosa in quanto ubicata nel centro storico della città e luogo storico di importanti appuntamenti: il Teatro di Roma, meglio conosciuto come Teatro Argentina.

Il maggior numero di categorie, l’ampiamento considerevole dei votanti, il progetto di realizzare anche quest’anno un catalogo importante oltre che una capillare informazione, rimanendo fermi nell’intenzione di NON voler ricevere alcun tipo di finanziamento dalle case di produzione e distribuzione (e questo ci permette di poter operare in totale e assoluta autonomia!) ci obbligano a dover/poter contare sul prezioso contributo di Istituzioni e sponsor.


Storia, motivazioni ed obiettivi

Progetto Dvd nasce nel 2001 da un’idea di Studio Vezzoli e di alcuni esperti, giornalisti e critici cinematografici ed operatori del settore home entertainment e dell'industria cinematografica italiana che, raccogliendo idealmente il testimone dell'ex Dvd Group di Univideo, hanno deciso di dar vita ad una serie di eventi, studi e manifestazioni incentrati sulla diffusione della cultura e dell'utilizzo del Dvd in Italia.

Lo scopo primario di Progetto Dvd è quello di favorire la diffusione del Dvd e della cultura digitale, sviluppando le sinergie collegate alla visione del nuovo supporto non solo per l'Home Entertainment, ma anche per stimolare e tutelare la conservazione della memoria cinematografica e per favorire un'offerta integrata con le sale cinematografiche.

 Ora che anche in Italia si è più che superato il traguardo degli otto milioni di lettori installati (senza contare Playstations e Dvd-Rom), il Dvd si è imposto come lo strumento più innovativo e versatile per fruire il cinema a casa, dimostrandosi al contempo un mezzo capace di stimolare e arricchire lo spettatore e il grande cinema delle sale, divenendone un importante alleato e non un concorrente.

Grazie alle sue potenzialità, agli extra, alla qualità dell'immagine, alla quantità di contenuti, alla durata nel tempo ed ai costi ormai molto contenuti, il Dvd è il supporto perfetto per la visione dei grandi classici del passato e dei tesori del cinema; anzi è proprio grazie alla sua semplicità di utilizzo e diffusione che il patrimonio storico del cinema italiano e non solo sta per essere recuperato, salvato, restaurato e restituito alla storia. Il Dvd quindi come strumento imbattibile per la conservazione della memoria filmica e del nostro patrimonio culturale da tutelare ma soprattutto da conservare!

Lo sviluppo del Dvd come mezzo di fruizione cinematografica di qualità, la capillare diffusione di lettori e il numero sempre più elevato di titoli disponibili ed acquistati, impongono assolutamente un'attenzione diversa rispetto al recente passato; è indubbiamente il supporto dove il cinema e le professionalità che lo compongono, trovano la più ampia diffusione, conoscenza e un ritorno economico assai consistente.

Il Dvd si qualifica sempre più come strumento autonomo e attorno all'oggetto digitale si muovono una serie di proposte e strumenti ad hoc. E’ quindi doveroso e necessario creare una manifestazione che a livello nazionale sappia premiare la straordinarietà di questo strumento; il desiderio se non l’obbligo di far conoscere al grande pubblico l'eccellenza del prodotto attraverso l'istituzione di un premio che segnali i migliori Dvd dell'anno; questo spiega la nascita – nel 2003 - degli Italian Dvd Awards.

Ecco il perché degli Italian Dvd Awards, che si iscrivono nel più ampio disegno di Progetto Dvd, e che si sono imposti come una grande manifestazione che, coinvolgendo l'intero mondo dell'home entertainment, intende valorizzare i prodotti cinematografici disponibili in Dvd con l'assegnazione di premi annuali.

I premi per i migliori Dvd dell'anno -divisi naturalmente in varie categorie- vengono assegnati in base alle nomination espresse da oltre cinquecento giornalisti specializzati e da operatori del settore. Dai risultati di queste nominations la giuria sceglie i titoli migliori in assoluto eccezione fatta per le categorie squisitamente tecniche cha saranno votate da giornalisti specializzati ed esperti di settore.
Gli Italian Dvd Awards oltre ad un riconoscimento di assoluto prestigio, divengono così un'occasione di visibilità per una parte del mondo dello spettacolo italiano e uno stimolo alla formazione di nuovi spettatori e autori; anche capace di dare impulso allo sviluppo di nuove professionalità e nuovi mercati.

Fondatore e Presidente di Progetto Dvd e degli Italian Dvd Awards è Norberto Vezzoli mentre la Direzione Artistica compete a Marco Spagnoli. Collaboratori e sostenitori a diverso titolo degli Italian Dvd Awards sono alcuni tra i maggiori esperti di cinema del paese: Felice Laudadio, David Grieco, Stefano della Casa, Claudio Masenza, Enrico Magrelli, Mario Sesti, Paolo Mereghetti, Silvio Danese, Maurizio Porro, Paolo D’Agostini, Irene Bignardi, Mario Canale, Paolo Monaci, Piero Cinelli, Marina Marzotto, Fabio Ferzetti e naturalmente le principali testate di settore. 

www.studiovezzoli.com      www.progettodvd.it       www.italiandvdawards.it
info@studiovezzoli.com   dvdawards@studiovezzoli.com

 


Progetto della manifestazione.DOC

Progetto della manifestazione.PDF